Suárez e Simeone, leader rioplatensi

Le nazionali sono terreno di sorprese e conferme. La conferma più ovvia è stata quella di Suárez, autore di un gol su punizione, uno su rigore con cucchiaio e un assist di rabona nell’amichevole tra Uruguay e Messico a Houston, dove la stella charrúa ha ricordato il suo amore per la Celeste anche scrivendo un post su Instagram. Suárez ha spiegato che anche in amichevole è meraviglioso indossare la maglia della nazionale: in attesa del ritorno di Tabárez, che sarà sbloccato dall’ok della Commissione regolarizzatrice imposta dalla FIFA, la Celeste può star tranquilla di contare sul suo campione più forte. Altro protagonista il Cholito Simeone. Il gol al debutto lo ha segnato al Guatemala, certo, ma sicuramente gli apre la porta per nuove convocazioni nelle prossime partite dell’Argentina, cosa che automaticamente fa di lui la vera sorpresa di questo giro di partite. Simeone ha ricordato i suoi sogni di bambino pubblicando una foto di quando, da piccolo, osservava il papà con la camiseta albiceleste sperando un giorno di poterlo emulare…