La vittoria del Venezuela Under 20

Il Mondiale è perso, è vero, e un secondo posto non varrà mai una vittoria. Ma la Vinotinto ha scritto la storia, e il Ct Dudamel con un messaggio commovente, sorridendo con le lacrime agli occhi, dopo la semifinale con l’Uruguay ha parlato a un Paese schiavo della violenza e della guerra civile, chiedendo pace al Presidente Maduro.

“Per favore, fermate le armi. Oggi ci ha dato allegria un ragazzino di 17 anni, e ieri ne è morto un altro di 17 anni. Presidente Maduro, fermiamo le armi, che questi giovani che scendono in strada a protestare vogliono solo una Venezuela migliore, la Venezuela che ride, che sorride, che si gode la vita così come fanno questi ragazzini Vinotinto”.