Il calcio d’angolo e i Giochi: il Gol Olimpico, una tradizione sudamericana

Gol Olimpico

In Bologna-Fiorentina è stato segnato per due volte un Gol olimpico. La tradizione di segnare calciando in porta direttamente da calcio d’angolo è prevalentemente legata al Sudamerica e per questo, nella prima storica partita di Serie A che ha visto due gol di questo genere, non poteva mancare una firma sudamericana. È stato il cileno Erick Pulgar a segnare dalla bandierina e a onorare uno dei tratti più singolari della storia calcistica del suo continente.

Il gol deve la sua definizione di ‘Olimpico’ a una rete di Cesáreo Onzari, il primo della storia a segnare così. Ma la rete, curiosamente, non fu segnata alle Olimpiadi. Fu segnata dall’Argentina all’Uruguay che aveva vinto pochi mesi prima la medaglia d’oro ai Giochi di Parigi. E visto che il gol fu segnato ai campioni olimpici, divenne per sempre il Gol Olimpico. A rendere ancora più affascinante la storia di questo gol è il fatto che se fosse stato segnato pochi mesi prima non sarebbe stato valido: l’International board aveva infatti cambiato la regola nel mese di giugno, dando la possibilità di poter segnare di prima da calcio d’angolo; la partita però si giocò a ottobre e il gol entrò nella storia.

Nella storia sudamericana per due volte soltanto sono stati segnati due gol olimpici nella stessa partita, ma mai da due squadre diverse. Il precedente più importante risale alla Copa Libertadores del 1979 quando nel 3-2 con cui il Deportivo Cali sconfisse il Quilmes ci fu spazio per le reti direttamente da corner di Ángel María Torres ed Ernesto “El Cococho” Álvarez.

Due gol olimpici invece li segnò all’età di 12 anni James Rodríguez nel Pony Fútbol, il principale torneo giovanile colombiano, con la maglia dell’Academia Tolimense, proprio contro il Deportivo Cali. Anche se c’è da dire che nel primo gol la deviazione di un avversario è evidente e si potrebbe parlare di autorete.

È nato in Uruguay per merito di un argentino, è stato segnato più volte dai colombiani e in Italia ha scritto la propria storia grazie a un cileno: il Gol Olimpico, emblema del calcio sudamericano nel mondo.

Simone Gamberini